Comune di Meolo (VE)

Laboratorio Meolo - workshop di planning e urban design

Pubblicata il 03/11/2015
Dal 03/11/2015 al 20/12/2015

L’Università Iuav di Venezia e il Comune di Meolo promuovono, nell’ambito di una Convenzione didattica, il Laboratorio Meolo, con la collaborazione del Contratto di Fiume “Meolo Vallio Musestre” e il Centro di Documentazione Storico-Etnografica del Veneto Orientale “G.Pavanello”. I temi progettuali del workshop riguardano il recupero dell’identità locale, il fiume, le aree di degrado del centro, la viabilità, l’infrastruttura verde, l’area per insediamenti produttivi. Domenica 8 novembre 2015 alle 11 in Municipio, la presentazione al pubblico.


Meolo è un paese straordinario che conserva ambiti ed edifici di assoluto interesse storico e paesaggistico, come il municipio, i portici della piazza, l’insieme di ville che si affacciano sul corso del fiume. Un paese che ha tutte le carte in regola per essere tra i più belli e vivibili della provincia, ma che scelte del passato, anche recente, hanno privato della sua identità. La piazza è diventata una rotonda. Il fiume è diventato un parcheggio. La nuova viabilità ha tolto il traffico dalle strade laterali portandolo nel centro del paese e metà Meolo non ha un servizio di trasporto pubblico. Queste scelte hanno concorso al degrado, invece di risolverlo, e compromesso la qualità della vita nell’ambiente costruito e nel territorio aperto.
Occorre voltare pagina, recuperare la nostra identità, anche culturale, di borgo rivierasco, ripensare la viabilità, anche quella pedonale e ciclabile, riorganizzare e potenziare la rete del verde. Occorre tutelare gli ambiti di pregio del paesaggio agricolo e metterlo in un rapporto di dialogo, non conflittuale, con il centro urbano. Occorre riconsiderare l’espansione urbana e il consumo di suolo e procedere invece con la rigenerazione urbana. Ma occorre anche dare dignità alla nostra zona industriale, anch’essa degradata, e cogliere le opportunità che il nuovo casello autostradale offre al territorio per rilanciare l’impresa e l’occupazione.
In tal senso, il Laboratorio Meolo si propone di fornire un significativo contributo all’Amministrazione comunale e ai cittadini, per la ridefinizione di linee strategiche e ipotesi di assetto, coerenti con una riflessione critica sul presente e l’elaborazione di una vision del futuro a breve-medio termine.
Il Laboratorio prende forma nell’ambito di una Convenzione didattica stipulata tra l’Università Iuav di Venezia e il Comune di Meolo, con l’obiettivo di consentire a studenti del corso di laurea triennale di Urbanistica e pianificazione del territorio e di altri corsi di laurea triennale Iuav lo svolgimento di una attività formativa ancorata al territorio di Meolo, in una dimensione interdisciplinare e interattiva con l’Amministrazione comunale, i suoi tecnici e i portatori di interessi diffusi, in collaborazione con il Contratto di fiume Meolo Vallio Musestre e il Centro di Documentazione “G. Pavanello”. 
Il Laboratorio, sulla base di selettive indagini indirette (quali, ad esempio, i documenti di programmazione e pianificazione locale e le analisi di settore) e dirette (primariamente, la ricognizione sul campo) ambisce a sviluppare temi progettuali a varie scale d’intervento e con molteplici formati di progetto: da un’ipotesi di assetto fisico-spaziale e da uno schema di documento strategico riferiti al territorio comunale nel suo complesso, a progetti di riqualificazione del corso del fiume Meolo e dei luoghi centrali a progetti per la mobilità e l’infrastruttura verde. 
Il Laboratorio, che si compone di tre sessioni di workshop (due a Meolo e una a Venezia), precedute da seminari di formazione, si avvale dell’apporto di docenti Iuav di vari campi disciplinari (dalla pianificazione territoriale e urbanistica alla pianificazione dei trasporti e della mobilità, all’urban design, alla landscape ecology e all’ingegneria naturalistica): Moreno Baccichet, Ruben Baiocco, Paolo Cornelini, Leonardo Filesi, Alessandra Gattei, Antonino Marguccio, Endri Orlandin, Matelda Reho, Antonio Rusconi, Luciano Vettoretto e Maria Rosa Vittadini.
In ordine alla Convenzione stipulata, il prof. Antonino Marguccio è responsabile scientifico per l’Università Iuav di Venezia, l’architetto Francesco Saretta è responsabile scientifico per il Comune di Meolo.


Allegati

Nome Dimensione
Allegato locandina.pdf 2.65 MB
Allegato manifesto.pdf 3.01 MB
Allegato comunicato.pdf 2.3 MB